Home Due ruote e un Diario LA MARZOCCHINA 2017: LA CICLOSTORICA NON SI PIEGA ALLA PIOGGIA